Blog Posts

Qatar- Italia Cooperazioni Pericolose (Panorama 08.07.2020)

di Stefano Piazza – Luciano Tirinnanzi

Il Senato della Repubblica approva, Luigi Di Maio sorride. Il motivo? L’Italia ha autorizzato il Qatar a finanziare la costruzione di 45 moschee e centri islamici in tutta Italia, di cui 11 solo in Sicilia. Costo complessivo: 50 milioni di euro. Moschee la cui gestione, purtroppo, è già finita nelle mani dei Fratelli musulmani.

Continua a leggere

Hisham al-Hashimi uno dei maggiori esperti di anti-terrorismo del Medio Oriente è stato ucciso a Baghdad

Hisham al-Hashimi uno dei maggiori esperti di anti-terrorismo del Medio Oriente, è stato assassinato la notte di lunedi 6 luglio 2020. al-Hashimi che era nato a Baghdad nel 1973 e che era un profondo conoscitore dei fenomeni terroristici legati all’estremismo sunnita Isis e Al Qaeda, e quello delle milizie filo-iraniane degli Hezbollah, aveva appena parcheggiato la sua auto di ritorno

Continua a leggere

30 anni di carcere per l’emiro francese dell’Isis. Era stato arrestato nel 2015 in Turchia poco prima di tornare in Europa

Lo scorso 3 luglio 2020 , poco dopo le 23:00, la corte d’assise speciale di Parigi ha condannato a 30 anni di carcere due terzi dei quali da scontare in una struttura di massima sicurezza,  il jihadista francese Tyler Vilus “per avere avuto un ruolo di primo piano nel gruppo terroristico Stato islamico in Siria. Il 30enne Vilus era

Continua a leggere

Francia Fuori Controllo (Panorama 01.07.2020)

di Stefano Piazza – Luciano Tirinnanzi 
La pace sociale in Francia è perduta. E i recenti scontri di Digione ne sanciscono il de profundis. Ma, ancor prima. ci sono stati gli Champs-Elysées violentati dai Gilet gialli. ll sovranismo incendiario di Marine Le Pen. Gli innumerevoli attacchi antisemiti. Il terrorismo stragista dell’Isis. Per non dire di quell’Islam politico che per decenni
Continua a leggere

14 tonnellate di anfetamine “Captagon” sequestrate nel porto di Salerno.I container erano intestati ad una società domiciliata nel Canton Ticino

1 miliardo di euro, è questo è il valore delle 84 milioni di pasticche pari a 14 tonnellate di anfetamine “Captagon vendute dai 5 ai 20 dollari a pastiglia, sequestrate nelle scorse settimane nel porto di Salerno, anche se la notizia è stata diffusa solo ieri (1°luglio 2020) . Si tratta del piu’ importante sequestro di stupefacenti a livello mondiale che è stato messo a segno dai funzionari

Continua a leggere

Coca e Tulipani (Panorama 24.06.2020)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Nei Paesi Bassi, che rivendicano la loro «diversità» calvinista, si concentrano anche poderosi traffici di droga: cocaina dal Sudamerica, marijuana dal Nord Africa, droghe sintetiche di produzione locale. E di conseguenza prosperano le principali mafie.

Narco-Stato», «Mocro Maffia», «Penoze». Sono alcuni degli appellativi derivati dallo slang per definire

Continua a leggere

Nuova truffa allo Stato tedesco e anche stavolta si tratta di due fondamentalisti

 Qualche giorno fa è stata scoperta a Berlino nell’ambito di una massicia operazione alla quale hanno partecipato 250 funzionari della di polizia criminale di stato (LKA), una nuova truffa perpetrata nell’ambito degli aiuti concessi dallo Stato tedesco attraverso la Investitionsbank Berlin (IBB) alle imprese a seguito della pandemia SARS-CoV-2. Anche stavolta come accaduto nel maggio scorso, i sospettati sono due esponenti

Continua a leggere

Dopo la Francia prove di guerra civile anche in Germania

Dopo quanto accaduto nelle scorse settimane nel quartiere di Digione (Borgogna-Francia) “Grésilles” dove sono serviti quattro giorni di coprifuoco e l’intervento degli agenti del Raid, l’unità speciale della polizia per fermare gli scontri tra una fazione di ceceni e di nord-africani affrontatisi ferocemente a colpi di machete e fucili semi-automatici per il controllo delle piazze di spaccio, vanno registrate

Continua a leggere

Se il pericolo jihadista arriva anche nel Golfo di Guinea

Ieri mattina durante una cerimonia tenutasi nel nuovo campo militare di Akouedo che si trova nella capitale Abidjan, il ministro della Difesa della Costa d’Avorio e primo ministro ad interim, Hamed Bakayoko ha annunciato che le forze armate ivoriane hanno catturato un capo jihadista che è stato identificato come colui che ha organizzato e preso parte all’attentato avvenuto lo scorso

Continua a leggere

Torna la paura a Londra dopo l’attacco terroristico di Reading

Torna la paura a Londra dopo l’attacco terroristico di ieri a Reading, città universitaria a Ovest della capitale inglese. Intorno alle 19.00 un uomo ha accoltellato all’interno del parco cittadino “Forbury Gardens”, una serie di persone. Alcuni testimoni hanno raccontato l’uomo avrebbe preso di mira un gruppo di uomini di mezza età che si godeva l’ultimo sole del giorno nel famoso

Continua a leggere

Si stringe sempre di piu’ il cerchio attorno alla “vedova nera” dell’Isis un tempo a capo della brigata femminile dell’Isis “al-Khansaa”

Si stringe sempre di piu’ il cerchio attorno alla “vedova nera” dell’Isis, conosciuta anche come “la vedova nera di Al-Qaeda”, la 59enne marocchina Fatiha el Mejjati Oum al-Mouminine (la madre dei credenti) un tempo a capo della brigata femminile dell’Isis “al-Khansaa”, la spietata polizia religiosa composta da sole donne. Qualche giorno fa secondo qualificate fonti curde operanti nella città di

Continua a leggere

200.000 e non sentirli…

Quando due anni fa ho chiesto all’agenzia di comunicazione “Riem Identity” di aiutarmi a creare un mio blog personale pensavo che sarebbe stato visitato da poche persone, insomma ero sicuro che fosse una cosa di nicchia. Ma non era un problema, cio’ che mi importava allora cosi’ come lo è ancora oggi, era la possibilità di poter scrivere

Continua a leggere

Nuove tensioni tra USA e la Giordania. il Governo di Amman non vuole estradare la terrorista Ahlam Tamimi

Tensione tra l’amministrazione Trump e il governo della Giordania in merito all’estradizione di Ahlam Tamimi (palestinese-giordana nata nel 1980), direttamente coinvolta il 9 agosto 2001 nell’attentato suicida messo in atto da Izz al-Din Shuheil al-Masri al ristorante “Sbarro”, una pizzeria nel centro di Gerusalemme, in cui vennero uccisi 15 civili, tra cui 7 bambini e una donna incinta oltre al ferimento di

Continua a leggere

Attentato nel Mali, morti 24 militari. Possibile che sia una vendetta per la morte del leader di Al Qaeda nel Maghreb islamico Abdelmalek Droukdal

Il governo del Mali ha reso noto che il suo esercito ha subito sabato scorso, un attacco terroristico a circa 100 km dal confine con la Mauritania. Il bilancio è drammatico perché a cadere sotto i colpi della furia islamista sono stati 24 soldati ma il bilancio potrebbe essere molto piu’ pesante e a tal proposito il giornalista della

Continua a leggere

L’Australia trema, nel 2020 usciranno dal carcere 11 pericolosi jihadisti

E’ allarme rosso a Sidney per il numero dei jihadisti che verranno rilasciati dalle carceri australiane durante il 2020. In totale riacquisteranno la libertà 11 estremisti islamici alcuni dei quali pericolosissimi per la sicurezza nazionale. Il 4 novembre 2020 uscirà dalla prigione di Barwon, Abdul Nacer Benbrika ( sopra nella foto)  uno degli estremisti più pericolosi dell’Australia. Nato in Algeria era il

Continua a leggere

Nuova operazione antiterrorismo in Spagna. Catturato l’uomo che raccoglieva denaro per far rientrare i foreign fighters in Europa

Lo scorso 9 giugno 2020 la polizia nazionale spagnola (Policía Nacional) in collaborazione con Europol, ha arrestato a Madrid un uomo del quale non è stata resa nota l’dentità ma che sarebbe appena diventato maggiorenne, “sospettato di trasferire denaro tra diversi paesi europei e arabi attraverso il sistema di trasferimento di denaro informale Hawala allo scopo di reintrodurre combattenti terroristi stranieri

Continua a leggere

Finito il lockdown sull’Isola di Sumatra è caccia alle coppie non sposate e ai gay

Finito il lockdowon dovuto all’epidemia di Sars Cov-2 sono ricominciate in Indonesia tutte le attività della polizia religiosa islamica. In particolare quelle nella provincia di Aceh (territorio speciale – daerah istimewa,) che si trova all’estremità settentrionale dell’isola di Sumatra e che è l’unica regione dell’Indonesia a maggioranza musulmana che ha imposto la Shari’a la legge islamica, che punisce ad esempio chi pratica il

Continua a leggere

Morto Abdelmalek Droukdal si apre la partita per chi lo sostituirà nell’area

Con la morte dell’Emiro di Al Qaida nel Maghreb islamico (AQIM) Abdelmalek Droukdal – Abu Musab Abdel Wadou), nel campo jihadista si apre la complessa partita per la supremazia nell’area. Se permane il mistero su Mokhtar Belmokhtar detto “il Guercio” o “Mr Marlboro”, leader della formazione qaedista degli al-Murābiṭūn del quale non si hanno piu’ notizie da molto tempo,

Continua a leggere

L’Isis che rinasce in Iraq

Si chiama “Deterrence of Terrorism”, l’operazione lanciata negli scorsi giorni dalle forze democratiche siriane (SDF), contro lo Stato islamico nella provincia siriana di Deir al-Zor.   Tutto sta avvenendo con il coordinamento tra l’esercito iracheno e la coalizione guidata dagli Stati Uniti contro lo Stato islamico che negli ultimi mesi, ha aumentato il numero e la qualità degli attacchi portati ed in

Continua a leggere

Si compie la vendetta francese, morto l’inafferrabile leader di “AQMI” Abdelmalek Droukdal 

Stavolta non ci sarebbero piu’ dubbi, il leader di Al Qaeda nel Maghreb islamico AQMI o AQIM, Abdelmalek Droukdal – Abu Musab Abdel Wadoud è morto lo scorso 3 giugno 2020 nel corso di un’operazione militare nel nord nel Mali. La notizia della sua morte  è stata confermata dal ministro della Difesa francese Florence Parly che a “France 24” ha dichiarato «le

Continua a leggere

Nuova Strage di civili inermi in Mozambico

Nuovo attacco jihadista in Mozambico dove secondo il quotidiano indipendente “Mediafax” almeno 17 persone ( tutti civili) sono state uccise negli scorsi giorni dai terroristi islamici nella città di Macomia 35mila abitanti che si trova 200 km a nord di Pemba, capoluogo della provincia settentrionale di Cabo Delgado. Il distretto di Macomia è un area ricca di gas naturale

Continua a leggere

L’America e l’Estremismo Islamico

Mentre l’America è scossa nelle sue fondamenta dai disordini e dalle proteste che si tengono nelle piazze delle principali città americane dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso a Minneapolis da un agente di polizia, il terrorismo islamico rialza pericolosamente la testa. A tal proposito alcune recenti indagini mostrano come Al-Qaida e lo Stato islamico siano alla ricerca del

Continua a leggere

007 Turchi Licenza di Dominare (Panorama 27.05.2020)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Che cos’hanno in comune la vicenda di Silvia Romano, Al Qaeda, ISIS, il petrolio iracheno, l’eroina asiatica e i Pasdaran iraniani? I servizi segreti turchi. Le cui mani tentacolari si allungano su innumerevoli dossier internazionali, grazie allo strapotere che il presidente turco Tayyip Recep Erdogan garantisce loro.

Plenipotenziari durante il contro-golpe che ha

Continua a leggere

L’Italia ancora dalla parte sbagliata. Stavolta firma un accordo con il Qatar in materia di istruzione, ricerca scientifica ed università

Lo scorso 27 maggio 2020 il Senato della Repubblica Italiana ha ratificato un accordo di cooperazione tra Italia e il Qatar “in materia di istruzione, ricerca scientifica ed università. L’emirato verserà in totale 600 mila euro (196.165 euro per tre anni) per finanziare il progetto. Si tratta di una cifra ridicola se si considerano le enormi ricchezza

Continua a leggere

Il Terrorismo e i Cretini Intraprendenti

Nelle scorse settimane alcuni media occidentali hanno pubblicato la notizia diffusa da alcuni giornali online iracheni della presunta cattura del successore dell’ex capo dell’Isis Abu Bakr al-Baghdadi passato a miglior vita nell’ottobre 2019. Come già accaduto in precedenza la notizia, non ha retto che per poche ore perchè l’uomo comparso davanti alle telecamere si chiamerebbe

Continua a leggere

La Somalia ancora dilaniata dagli attentati degli al-Shabaab

Mentre in Italia non si è ancora spento l’eco delle polemiche relative alla liberazione avvenuta tra l’8 e il 9 maggio 2020 nei pressi di Mogadiscio (Somalia), della cooperante milanese Silvia Romano rapita in Kenya il 20 novembre del 2018, gli al-Shabaab somali continuano a mietere vittime. Lo scorso 24 maggio 2020 a Baidoa, una delle maggiori città somale che si trova a 250 chilometri

Continua a leggere

Zacarias Moussaoui si pente e l’FBI per errore, rivela l’identità di un funzionario saudita implicato nelle stragi dell’11.09.2001

Zacarias Moussaoui (Zakariyyā Mūsawī) nom de guerre Abū Khālid al-Ṣaḥrāwī, unico terrorista condannato in un tribunale americano per le stragi dell’11 settembre 2001, ha dichiarato qualche giorno fa di aver rinunciato al terrorismo e di non appartenere piu’ ad al-Qaeda con queste parole;Denuncio, ripudio Osama bin Laden come utile idiota della CIA e dei sauditi. Inoltre proclamo inequivocabilmente la mia opposizione a

Continua a leggere

I media si inventano il Califfo per una notte solo che lo avevano già catturato nel marzo del 2019….

Lo scorso Il 20 maggio 2020 si è nuovamente diffusa sui social network e su alcuni giornali online iracheni e siriani, la notizia della cattura del nuovo capo dell’Isis. Era già accaduto lo scorso 10 maggio 2020.  Dopo qualche ora la breaking news è rimbalzata anche sui media americani ed europei, Italia compresa. La notizia riportata era questa:

Continua a leggere

Madrid : Condannato a sette di carcere un finanziatore dello Stato islamico. Suo fratello venne ucciso dalla CIA in Siria nel 2015.

Lo scorso 18 maggio 2020 il tribunale di Madrid ha condannato il 37enne originario del Bangladesh Ataul Haque, a sette anni di reclusione “per aver finanziato l’organizzazione terroristica Isis ed aver inviato fondi e attrezzature hi-tech in Siria”, mentre sono cadute le accuse di essere un membro del gruppo terroristico. Il 37enne che fino al 2014 viveva a Cardiff (Galles), era

Continua a leggere

Minnesota: Medico pakistano accusato di aver tentato di fornire supporto materiale allo Stato islamico

Secondo l’assistente del procuratore generale per la sicurezza nazionale John C. Demers e il procuratore degli Stati Uniti per il distretto del Minnesota Erica H. MacDonald, il 28enne medico e ricercatore pakistano Muhammad Masood, sarebbe colpevole “di aver tentato di fornire supporto materiale a un’organizzazione terroristica straniera Le accuse contro di lui sono state pronunciate lo scorso 17 maggio 2020 a Minneapolis capitale dello

Continua a leggere

Dov’è Hayat Boumedienne la compagna di Amedy Coulibaly ? Intanto la Francia apre una nuova indagine su di lei.

Si torna a parlare di Hayat Boumedienne la compagna di Amedy Coulibaly (1982- +2015), il terrorista islamico responsabile dell’attentato al supermercato Hyper Cacher di Parigi del 9 gennaio 2015 e della morte l’8 gennaio 2015, di una agente della polizia comunale di Montrouge (Hauts-de-Seine) L’attacco al supermercato kosher nel quale morirono quattro ostaggi, venne perpetrato subito dopo la sparatoria alla sede di Charlie Hebdo (12

Continua a leggere

La ” fake news” della cattura del nuovo califfo. Centcom smentisce e conferma la cattura di un miliziano di medio livello.

Negli scorsi giorni su alcuni media siriani ed europei sono apparsi una serie di articoli nei quali si riferiva della cattura del successore di Abu Bakr al Baghdadi (morto nell’ottobre 2019). La notizia che è subito rimbalzata sui social network siriani e arabi, descriveva le circostanze che avevano portato alla cattura di Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi alias Abu Abdullah Al

Continua a leggere

Europa Ancora nel Mirino – Panorama 06.05.2020

di Stefano Piazza-Luciano Tirinnanzi

«Lo ammazzo quel magistrato e, appena esco, faccio un massacro». Diceva così il quarantenne egiziano, appena espulso dall’Italia per sospetto terrorismo. Fresco di una scarcerazione dal penitenziario di Catanzaro, si nascondeva con la figlia minorenne in provincia di Reggio Calabria, a Gioiosa Ionica. Era stato in contatto con Anis Amri, l’attentatore tunisino che fece strage al mercatino

Continua a leggere

Operazione Altepa, cosi’ l’intelligence spagnola ha catturato Abdel-Majed Abdel Bary, uno dei foreign fighter piu’ricercati d’Europa

Da qualche giorno, Abdel-Majed Abdel Bary, uno dei foreign fighter piu’ricercati in Europa al quale è stata revocata da tempo la nazionalità britannica, si trova in isolamento in una cella di circa 10 metri quadrati all’interno del carcere madrileno “Soto del Real”. La sua cattura avvenuta insieme ad altri due uomini in un appartamento nel centro della città di Almería, è una

Continua a leggere

Antisemitismo in Olanda. Arnoud van Doorn twitta l’immagine del simbolo che gli ebrei dovevano indossare durante l’Olocausto con le parole “corona app”

Torna alla ribalta a causa delle sue dichiarazioni antisemite, Arnoud van Doorn- Farooq Mansur Abu Amin, politico olandese-musulmano già membro del Partito per la Libertà di Geert Wilders che lascio’ nel 2011 per convertirsi all’islam. Lo scorso 20 aprile 2020 alla vigilia della “Giornata del ricordo dell’Olocausto” (Yom HaShoah), van Doorn ha twittato l’immagine del simbolo che gli ebrei dovevano indossare

Continua a leggere

Germania: bandito movimento Hezbollah. Ora si faccia lo stesso con la Fratellanza musulmana.

Al termine di una spettacolare operazione antiterrorismo condotta dalla polizia, dall’intelligence e dalle teste di cuoio, scattata all’alba del 30 aprile 2020 in alcune località del Paese tra le quali Brema, Munster e Dortmund e Berlino (nella moschea Al-Irschad), il governo tedesco ha decretato l’interdizione assoluta delle attività del movimento sciita libanese Hezbollah. A tal proposito Steve Alter portavoce

Continua a leggere

Attacco alla Polizia francese. Si tratta di terrorismo islamico.

Si chiariscono con le ore le circostanze di quanto accaduto ieri lunedi 27 aprile 2020 intorno alle 17.40 su Boulevard de Valmy, a Colombes (92), nella regione di Parigi. Qui una BMW Serie 1di colore nero dopo aver affrontato una curva a tutta velocità, ha puntato dritto su due due agenti della polizia municipale che stavano controllando un veicolo. Nel violentissimo impatto i due

Continua a leggere

Le strategie delle Stato Islamico nel Sud Est Asiatico (da Panorama.it)

di Stefano Piazza-Luciano Tirinnanzi

La strategia dello Stato Islamico, con la perdita dei territori in Medio Oriente, è necessariamente cambiata, spostando la propria operatività in altre aree. Nel continente asiatico l’ISIS ha trovato terreno fertile, in primis grazie alla presenza di una grande quantità di popolazione di fede musulmana e di conflitti locali mai del tutto conclusi. La propaganda del califfato sta penetrando con

Continua a leggere

Isis scatenato nelle Filippine. Il gruppo terroristico Abu Sayyaf attacca l’esercito e uccide 12 soldati.

Isis scatenato anche nelle Filippine dove stanno aumentando di intensità gli scontri tra l’esercito di Manila e i terroristi islamici del gruppo Abu Sayyaf noto anche come come al-Harakat al-Islamiyya che da tre decenni è attivo nelle isole a sud delle Filippine ed in particolare a Bangsamoro, Jolo, Basilan e l’isola di Mindanao che da tempo è tempo teatro di molti e sanguinosi

Continua a leggere

Il Jihadista inglese Abdel-Majed Abdel Bary è stato arrestato in Spagna. Lo cercavano dal 2015.

L’ultimo dei “Beatles dell’Isis” l’ex rapper britannico ISIS Abdel-Majed Abdel Bary è stato arrestato lunedi notte a Cerro de San Cristobal località nei pressi di Almeria (Andalusia-Spagna). L’uomo è stato fermato al termine di una lunga operazione dell’intelligence spagnola e inglese che ne monitoravano le attività telefoniche e telematiche dal 2018. Con lui sono stati fermati altri due terroristi ricercati dall’Interpol che

Continua a leggere

Chi è Ahmad Abul Baraa il predicatore salafita sospettato di truffa in Germania

Negli scorsi giorni la stampa tedesca è tornata ad occuparsi del 46enne predicatore salafita berlinese Ahmad Armih meglio conosciuto con il nome di Ahmad Abul Baraa che secondo quanto riferito da alcuni giornali, si sarebbe reso protagonista di una truffa legata ai sussidi erogati dallo Stato tedesco attraverso la “Berlin Investment Bank” nell’ambito dell’emergenza del Covid-19. Ahmad Armih che da anni

Continua a leggere

Attacco in un porto delle Maldive rivendicato dallo Stato islamico.

Le autorità di polizia delle Maldive hanno annunciato che l’incidente dello scorso 15 aprile 2020 nel  porto di Mahibadhoo nell’atollo di Alifu Dhaalu, “è stato un atto deliberato, si tratta di un incendio doloso”. L’attacco è stato subito rivendicato da un gruppo locale affiliato all’Isis, lo stesso che rivendico’ il tentato omicio di tre persone lo scorso Febbraio 2020. Nella sua

Continua a leggere

Contagio e terrorismo jihadista, cosi’ i terroristi usano il Coronavirus per fare propaganda.

Mentre i governi di tutto il mondo provano in ogni modo a contenere la pandemia di Covid-19, il terrorismo di matrice islamica utilizza il coronavirus per attirare nuovi adepti e per fare propaganda contro i “kuffar” (gli infedeli). Al Qaeda, ad esempio, ha invitato i non musulmani a trarre vantaggio dal loro confinamento per dedicarsi allo studio dell’Islam e del Corano. Lo

Continua a leggere

Nuovo orrore in Indonesia: bruciano viva una Transgender ma non verranno accusati di omicidio

Dopo le orribili immagini di una donna intenta a fustigare una ragazza sulla pubblica piazza nell’isola di Sumatra, dall’Indonesia suona un nuovo campanello d’allarme. La storia dell’orrore stavolta, riguarda la Mira una donna transgender di 43 anni che dopo essere stata bruciata viva da un gruppo di uomini, è morta dopo indicibili sofferenze all’Ospedale Regionale Koja, a nord di Giacarta. Prima

Continua a leggere

Cina e Russia inondano l’Occidente di fake news e c’è chi ci crede ancora.

Con il perdurare dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia del Covid-19 non si arresta il diluvio di notizie false provenienti dalla Cina e dall’immancabile Russia, due paesi che qualcuno insiste a presentare ancora come “salvatori” oppure come dei “benefattori”. Le infezioni da Coronavirus in Russia ostinatamente negate per mesi oggi sono più di 12mila e i morti sarebbero il condizionale è come sempre d’obbligo,

Continua a leggere

A Raqqa il Califfato non c’è piu’ ma qualcuno mentre il mondo guarda altrove, lo sta ricostruendo in Africa

Mentre tutta l’attenzione mediatica è rivolta alla pandemia del Covid-19 il terrorismo di matrice islamica dilaga in Africa. L’ultima tappa dei fondamentalisti islamici è il Mozambico, ex protettorato portoghese dove l’insicurezza è totale al punto che secondo il Dipartimento federale degli afferi esteri della Confederazione svizzera (DFAE), sono sconsigliati “i viaggi diqualsiasi tipo nei distretti di Palma, Nangada, Mocímboa da Praia,

Continua a leggere

I dettagli dell’attacco di questa mattina a Romans-sur-Isère (Francia)

Si chiariscono man mano che passano le ore i fatti accaduti quesa mattina nel pressi di Place Jean Jaurès a Romans-sur-Isère, comune francese di 34.444 abitanti situato nel dipartimento della Drôme della regione del Alvernia-Rodano-Alpi, dove un 33enne sudanese ha ucciso a coltellate due persone ferendone altre sette, tre delle quali sono in gravissime condizioni. Alla polizia intervenuta sul posto

Continua a leggere

Attacco con coltello in Francia, 2 morti e sette feriti tre dei quali gravissimi

Questa mattina a Romans-sur-Isère nel sud-est della Francia un 33enne cittadino sudanese richiedente asilo, armato di coltello al grido di “Allahu Akbar” ( Allah è grande) si è scagliato contro una fila di persone che attendevano di entrare in un minimarket con annessa panetteria. Il bilancio paziale parla di due morti e sette feriti, tre dei quali sono in gravissime condizioni. Seguono

Continua a leggere

Il Coronavirus ferma il processo ai complici della strage nella redazione di “Charlie Hebdo”

Il processo alle 14 persone accusate di “aver fornito assistenza logistica” ai due fratelli jihadisti franco-algerini Saïd e Chérif Kouachi autori della strage nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo del 7 gennaio 2015, è stato rinviato a causa della pandemia del Coronavirus che ha bloccato anche le attività dei tribunali nell’Esagono. Le indagini provarono che anche il terrorista islamico Amedy Coulibaly

Continua a leggere

Condannato in Germania il terrorista che voleva colpire con armi biologiche

Mentre i terroristi cercano di sfruttare la pandemia di COVID-19 per fare proganda, le autorità antiterrorismo continuano a preoccuparsi di come si possano intensificare gli attacchi o come gli islamisti cerchino di utilizzare per i loro scopi il coronavirus . In questo contesto, è importante contestualizzare le trame recenti che coinvolgono il terrorismo non convenzionale, ed in particolare quello legato all’utilizzo di armi

Continua a leggere

La Cina e i Crimini contro l’Umanità

Piu’ passa il tempo e maggiori sono gli indizi che ci portano a concludere che il governo cinese sapeva del Covid-19 e da diversi mesi, forse dalla fine dell’estate scorsa ma nonostante questo, ha deciso di non informare per tempo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Pechino li informo’ solo nel gennaio scorso che “questo nuovo virus” che poi tanto nuovo non è,

Continua a leggere

Quanti sono i morti per il Coronavirus in Cina ?

Il prossimo 4 aprile in Cina si celebrerà la ricorrenza del “Qingming”, giornata nella quale si ricordano i propri cari che nel tempo sono deceduti. Il “Qingming” detto anche anche ”Festa della Luminosità Chiara, Giorno degli Antenati o Giorno della Pulizia delle Tombe, verrà celebrato anche a Wuhan che come ben sappiamo è la prima città dove il Coronavirus ha colpito e ucciso. Nella

Continua a leggere

Per gli Stati Uniti Nicolas Maduro è un narcotrafficante. Su di lui da ieri, c’è una taglia di 15 milioni di dollari

Si addensano nuvole nere sull’attuale presidente del Venezuela Nicolas Maduro e sul suo regime corrotto e violento dopo che ieri la “Criminal Division” del Dipartimento alla Giustizia e i procuratori di New York e Miami, lo hanno incriminato per “narcoterrorismo e cospirazione allo scopo di esportare cocaina negli Usa”. In mattinata il procuratore generale degli Stati Uniti William Barr, collegato

Continua a leggere

FBI: L’uomo ucciso a Belton nello Stato del Missouri, voleva far saltare in aria l’ospedale della città

Il 36enne “suprematista bianco”che lo scorso 23.03.2020 stava per far saltare in aria un ospedale a Belton, sobborgo di Kansas City (Missouri), è rimasto ucciso dopo una sparatoria con gli agenti dell’FBI che lo stavano sorvegliando da tempo. Si tratta di Timothy Wilson descritto dai federali come “un estremista potenzialmente violento noto per esprimere odio razziale e religioso e sentimenti

Continua a leggere

La Russia resta nel mirino del Terrorismo Islamico. Aggiornamento; sventato un altro attentato contro una scuola

La Russia resta uno degli obbiettivi privilegiati del terrorismo islamico visto che i tentativi di colpire il paese di Vladimir Putin, si susseguono senza sosta. Le autorità del Comitato nazionale antiterrorismo della regione meridionale della Kabardino-Balcaria, in Russia, hanno reso noto questa mattina, di aver neutralizzato una cellula terroristica composta da tre uomini che stavano pianificando un attacco terroristico. I

Continua a leggere

Tariq Ramadan, Storia di una Finzione

E’ stato recentemente pubblicato dalle edizioni “Flammarion” l’ultimo libro del giornalista investigativo Ian Hamel intitolato “Tariq Ramadan: Histoire d’une imposture. ( Storia di una finzione). Nelle 128 pagine Hamel racconta come Tariq Ramadan figlio di Saïd Ramadan, fondatore del Centro islamico di Ginevra fratello del predicatore salafita Hani Ramadan e nipote del fondatore della Fratellanza musulmana Hassan Al-Banna,

Continua a leggere

Lo Shin Bet arresta una finta cooperante nella Striscia di Gaza. Usava i soldi delle organizzazioni umanitarie per finanziare Hamas

Lo Shin Bet l’agenzia di intelligence per gli affari interni dello stato di Israele, ha reso noto di aver arrestato ad Ar’ara, una città araba nella regione di Wadi Ara (nord di Israele), la 32enne Aya Khatib sposata e madre di due figli con la pesante accusa “di operare come agente di Hamas nella Striscia di Gaza”.Il fermo è avvenuto il 17

Continua a leggere

Condannata a 13 anni di carcere Zoobia Shahnaz; raccolse 150.000 dollari per lo Stato islamico

E’ comparsa ieri mattina davanti al tribunale federale di Islip, Contea di Suffolk (Stato di New York), la 29enne Zoobia Shahnaz che il 31 luglio 2017 venne arrestata all’aeroporto internazionale John F. Kennedy (New York), mentre tentava di imbarcarsi su un volo diretto a Istanbul da dove avrebbe proseguito per la Siria. Le indagini hanno provato che la donna che aveva giurarto fedeltà all’ISIS tra il marzo 2017 e il mese di

Continua a leggere

Bernie Sanders nomina la figlia di un leader dei Fratelli Musulmani come copresidente della sua campagna elettorale in Virginia

Mentre sulla campagna elettorale americana inizia a pesare il fattore Covid-19 e il candidato dei Democratici Joe Biden appare in grande ripresa ache grazie all’aiuto dell’ex Presidente Barack Obama, il candidato dell’estrema sinistra Bernie Sanders ha appena nominato la figlia di un leader della Fratellanza musulmana come co-presidente della sua campagna elettorale in Virginia. Si tratta della 24enne Abrar Omeish figlia

Continua a leggere

LAUBER ANATRA ZOPPA ( CdT 10.03.2020 )

Secondo l’autorità di vigilanza della Procura federale (AV-MPC) il procuratore generale Michael Lauber, che guida la Procura generale della Confederazione dal 2011, «ha ripetutamente detto il falso, ha agito in modo sleale e ha violato il codice di condotta del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) in modo gravemente negligente». Ma non solo: durante gli approfondimenti iniziati nello scorso mese

Continua a leggere

Quella Francia Provincia dell’Islam (Panorama 04.03.2020)

Secondo un rapporto dell’Intelligence francese, Fratelli musulmani e salafiti, insediatisi stabilmente in molti territori e grandi città, puntano alla «secessione islamica». Con le leggi religiose opposte a quelle nazionali. Un rischio che Macron vuole arginare. Ma forse è troppo tardi.  di Stefano Piazza e Luciano Tirinnanzi

Un drone ferma la corsa del terrorista Seifallah Ben Hassine fondatore di Ansar al Sharia

Dopo qualche “morte presunta” e altrettante misteriose quanto puntuali risurrezioni, il jihadista tunisino Seifallah Ben Hassine alias Abou Iyadh uno dei fondatori del gruppo jihadista-salafita Ansar Al-Sharia, è morto. La conferma arriva direttamente dal network jihadista ed in particolare dal capo di Al-Qaida nel Maghreb islamico (AQIM), Abdelmalek Droudekel che intercettato al telefono qualche giorno fa commentava la morte del

Continua a leggere

Repubblica Ceca: un religioso musulmano condannato a 10 anni di carcere per terrorismo

L’ex imam di Praga il 36enne di origine palestinese Samer Shehadeh è stato condannato dal Tribunale di Praga a 10 anni di reclusione nel processo che era iniziato lo scorso  mese di gennaio 2020. Samer Shehadeh che aveva lasciato la Repubblica Ceca nel 2017 e che era stato catturato in Giordania nel 2019, era accusato di aver aiutato suo fratello e sua cognata ad

Continua a leggere

Nuova espulsione dall’Italia per terrorismo ma stavolta si tratta di un atleta pofessionista

Mentre gli occhi della comunità internazionale e quelli dei media sono puntati quasi esclusivamente sul Coronavirus, la lotta al terrorismo di matrice islamica non conosce sosta. In Italia non si fermano le indagini cosi’ come non si fermano gli allontamenti dal territorio nazionale per motivi di sicurezza nazionale. L’ultima espulsione ma solo in ordine di tempo del 2020 , sta facendo

Continua a leggere

Il Coronavirus e le nostre Istituzioni

Da quasi un mese non si fa altro che discutere di Coronavirus, di contagi e di misure da adottare. Naturalmente i social network sono diventati la cassa di risonanza preferita da chiunque voglia esprimersi sul tema. Come accade dopo un terremoto momento nel quale si materializzano scienziati, vulcanologi, geologi ed esperti di calamità naturali che ci spiegano cause ed effetti

Continua a leggere

Ex Militare americano condannato a 20 anni di carcere. Voleva fare una strage a Kansas City.

Il 28enne ex membro delle forze armate USA Robert Lorenzo Hester Jr di Columbia (Missouri), è comparso lo scorso 21 Febbraio 2020 davanti procuratore distrettuale di Kansas City Greg Kays come accusato “di voler preparare un attacco terroristico con persone che credeva fossero associate all’ISIS, ma che erano in verità agenti federali sotto copertura”. L’accusa ha chiesto una condanna a 20

Continua a leggere

Safiyya Amira Shaikh ammette davanti ai giudici di aver progettato un devastante attentato nella Cattedrale di St.Paul

Questa mattina la 36enne convertita all’islam Safiyya Amira Shaikh alias di Michelle Ramsden, di Hayes (West London) è comparsa davanti ai giudici della “Central Criminal Court”  meglio conosciuta con il nome di Old Bailey. I giudici la devono giudicare per l’accusa di reati di terrorismo. La donna convertitasi nel 2007 e che avrebbe iniziato il suo percorso tra le file

Continua a leggere

La Guerra dei Virus (Panorama 12.02.2020)

di Stefano Piazza – Luciano Tirinnanzi

Il precedente risale al 5 luglio 2019. Quella mattina la polizia irrompe dentro il National Microbiology Lab di Winnipeg canadese, protetto dal livello 4 di sicurezza per gli studi sull’Ebola, il virus che ha ucciso oltre 11 mila persone in Africa occidentale tra il 2014 e il 2016. Gli agenti

Continua a leggere

Allarme in Francia; tra il 2020 e il 2023 usciranno dal carcere 140 terroristi islamici.

Qualche giorno fa il il procuratore nazionale antiterrorismo (PNAT) Jean-François Ricard, è apparso fa davanti ai commissari della commissione parlamentare che si occupa di antiterrorismo. Il Procuratore è apparso molto turbato e non lo ha certo nascosto mentre comunicava alla commissione le cifre di coloro che usciranno prossimamente dal carcere. Nel 2020 i terroristi che avranno terminato di scontare la

Continua a leggere

Jihadista ? Un po’ di carcere e sei libero. (Panorama 12.02.2020)

di Stefano Piazza-Luciano Tirinnanzi

«La prima cosa che faccio appena uscito dal carcere? Un altro attentato». Sono le scioccanti dichiarazioni di comprovati terroristi, che entrano ed escono dalle galere d’Europa neanche fossero porte girevoli. Foreign fighters, reclutatori e irriducibili condannati per reati connessi al terrorismo di matrice islamica, che approfittano di permessi premio e altre imperizie delle

Continua a leggere

IL REGIME CINESE E IL VIRUS (CDT 14.02.2020)

L’oftalmologo dell’ospedale di Wuhan, Li Wenliang, che fu tra i primi medici ad allertare il Governo cinese sulla diffusione del coronavirus, è morto. Il medico che aveva contratto il virus molto probabilmente da una paziente che aveva in cura per un glaucoma, già nel dicembre 2019 si era detto certo che i numerosi pazienti che cominciavano ad

Continua a leggere

L’Indonesia dice no al rimpatrio dei suoi foreign fighters. Schierata con la decisione del governo c’è la piu’ grande organizzazione islamica.

Dopo un lungo dibattito accompagnato da furibonde polemiche il governo indonesiano ha rinunciato a proseguire nel progetto di rimpatrio dei foreign fighters detenuti nelle carceri o nei campi di prigionia sparsi tra la Siria e l’Iraq. La decisione vale non solo per gli oltre 250 detenuti stimati nella Siria settentrionale, ma anche ai 500 altri militanti e simpatizzanti che

Continua a leggere

Mentre in Inghilterra si muore ancora per le strade i predicatori del male incitano a massacrare gli infedeli.

Torna a farsi sentire su YouTube a pochi giorni dopo l’attacco terroristico di Streatham (Londra), il 46enne Abu Haleema alias Shakil Chapra, uno dei predicatori del male più pericolosi del Regno Unito. Si tratta di uno dei sodali del predicatore e reclutatore dell’ISIS Anjem Choudary apparso nel documentario di Channel 4 intitolato “The Jihadis Next Door” (

Continua a leggere

Sangue sul Paradiso dei Turisti. Le Maldive ora fanno davvero paura.

Sono stati arrestati alle Maldive tre uomini (ma c’è chi ha parlato di cinque) ritenuti responsabili di “aver commesso atti terroristici contro stranieri” martedi scorso sull’isola di Hulhumalé un’isola situata a pochi chilometri dalla capitale Malé, dove sono stati attaccati con arma bianca, due turisti cinesi e un cittadino australiano che lavora alle Maldive. Degli arrestati non sono stati resi noti

Continua a leggere

L’ESTREMISTA ISLAMICO E LE NOSTRE LIBERTÀ – Corriere del Ticino 07.02.2020

di Fabio Pontiggia

Scriviamo queste righe con non poco disagio. Per due ragioni che collidono. Primo: perché riguardano una sentenza non ancora cresciuta in giudicato: e tutti sappiamo quanto sia opportuno attendere che le bocce siano invece ferme. Secondo: perché sono in gioco nostri importanti valori che quella sentenza sembra aver considerato distrattamente e superficialmente. Corriamo quindi il rischio. E

Continua a leggere

La guerra dei Droni miete un’altra vittima: Ucciso nello Yemen l’emiro di AQIM, Qasim Muhammad Mehdi al-Raymi.

Non ci sarebbero piu’ dubbi sulla morte dell’emiro Qasim Muhammad Mehdi al-Raymi 41enne yemenita e uno dei leader piu’ importanti di Aqap (Al Qaeda in the Arabian Peninsula) ucciso nel corso di una vasta operazione che sarebbe avvenuta lo scorso 8 gennaio 2020 nei dintorni di Sanaa, capitale dello Yemen. Al Raymi era stato messo dalla CIA da tempo

Continua a leggere

Nuova bufera sul predicatore salafita ginevrino Hani Ramadan. Bloccati i suoi beni in Francia.

Nuova bufera sul predicatore salafita ginevrino (è diventato svizzero nel 1983) Hani Ramadan, l’insegnante di arabo al Centro Islamico di Ginevra di cui è direttore nel quartiere di Eaux-Vives ed esponente della Fratellanza musulmana, è di nuovo al centro delle indagini dell’Antiterrorismo francese. Il governo di Parigi come già fatto nel giugno del 2018 con specifica ordinanza del Ministro dell’economia e delle

Continua a leggere

Orrore in Indonesia, in un video una donna viene frustata dalla polizia religiosa femminile. E’ la prima volta.

Stanno facendo discutere le terribili immagini che arrivano da Aceh (isola di Sumatra Indonesia), dove una donna è stata pubblicamente fustigata sulla punnlica piazza perché trovata in una stanza d’albergo con un uomo che era non suo marito. A fustigarla per la prima volta c’era una donna della quale non è stato reso noto il nome

Continua a leggere

Medio Oriente, il piano di pace di Donald Trump e l’occasione da cogliere

Il Presidente americano Donald Trump ha presentato ieri la sua proposta per raggiungere la pace in Medio Oriente. Secondo Trump “Il piano renderà la regione più sicura e prospera. Tutte le precedenti amministrazioni, fin da Lyndon Johnson, hanno tentato di trovare un accordo per la pace in Medio Oriente, ma hanno fallito miseramente. La mia visione della pace è fondamentalmente diversa

Continua a leggere

L’ISIS promette di attaccare Israele con un nuovo messaggio audio

Questa mattina 27 gennaio 2020 Giorno della Memoria in ricordo delle vittime della barbarie nazista, l’Isis per bocca del suo portavoce Abu Hamza al-Quraishi, ha invitato i suoi militanti a colpire gli “insediamenti e i mercati degli ebrei” esortandoli a compiere degli attacchi. Nel messaggio audio della durata di 37 minuti intitolato “Gli occhi dei soldati del

Continua a leggere

Catturato in Iraq Abu Abdul Bar. Era il responsabile della distruzione dei siti archeologici e sui social corre l’ironia….

Le forze di sicurezza irachene hanno affermato che lo scorso 16 gennaio 2020 hanno arrestato nei dintorni di Mosul (nord dell’Iraq), il “mufti dell’ISIS” Abu Abdul Bar – conosciuto anche come Shifa al-Nima. Si tratta della massima autorità religiosa all’interno dell’organizzazione terroristica dello Stato Islamico molto nota nel “Siraq” visto che emetteva editti religiosi affinchè i jihadisti

Continua a leggere

Il Summit di Berlino, cronaca di un fallimento annunciato

Nonostante i toni trionfalistici utilizzati da alcuni uomini politici presenti ieri a Berlino, la conferenza organizzata per tentare di mettere un freno all’escalation militare in Libia è stata l’ennesima dimostrazione del fallimento dell’Unione Europea in politica estera. Non poteva essere altrimenti visto che l’UE non ha una politica estera comune e si affida alle iniziative dei singoli stati dell’UE che agiscono

Continua a leggere

Salafiti boom in Germania: Secondo le ultime stime sono più’ di 12.000.

Non si arresta in Germania la crescita di coloro che aderiscono alla dottrina islamica sunnita piu’ estrema. Secondo le ultime stime dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione (BfV) nel 2019, i salafiti sono aumentati del 7% rispetto al 2018 arrivando a 12.150 aderenti. Il numero di coloro che si riconoscono nella dottrina ultrarigorista salafita-wahabita islamica sunnita è addirittura piu’ che triplicato dal

Continua a leggere

Clamorosa scarcerazione in Germania: Bilal Gümüs predicatore salafita condannato a tre anni e mezzo di carcere, da ieri è libero per “errori formali”.

Il 31enne predicatore salafita tedesco di origine turca Bilal Gümüs, leader del gruppo di predicazione “We Love Mohammed”, condannato a tre anni mezzo di anni di reclusione nel dicembre 2018 davanti al tribunale regionale di Francoforte per aver contribuito alla radicalizzazione di alcuni giovani che in seguito partirono per la Siria, è stato clamorosamente scarcerato ieri mattina a causa di

Continua a leggere

Arrestati cinque ceceni in Germania. Preparavano un attacco alla Nuova Sinagoga di Berlino.

Importante operazione antiterrorismo in Germania nei distretti berlinesi di Hellersdorf, Hohenschönhausen, Spandau e Köpenick, nonché a Hagen nella Renania settentrionale-Vestfalia, a Ludwigsfelde nel Brandeburgo e ad Arnstadt in Turingia dove martedì 14 gennaio 2020 è scattata una massiccia operazione di polizia nei confronti di cinque cittadini ceceni, tutti di età compresa tra 23 e 28 anni che

Continua a leggere

Dopo la Strage di Pensacola espulsi alcuni cadetti sauditi. Legami con l’estremismo islamico e pedopornografia.

Il  procuratore generale degli Stati Uniti William Pelham Barr e il vicedirettore dell’FBI David Bowdich hanno annunciato oggi i risultati dell’indagine sulla sparatoria avvenuta lo scorso 6 dicembre 2019 nella base aerea navale di Pensacola (Florida), dove hanno trovato la morte tre militari americani. L’autore dell’atto terroristico Mohammed Saeed Alshamrani (ucciso durante l’assalto) , sottotenente dell’aviazione saudita ospite della Naval

Continua a leggere

Il Fattore “T” e la sfida geopolitica di Donald Trump

In barba a tutte le previsioni il Presidente americano Donald Trump è il vero vincitore al tavolo della crisi iraniana esplosa con la morte del Generale Qassem Soleimani. Ma stavolta Trump non ha voluto stravincere lasciandosi andare come fatto nella conferenza stampa nella quale annuncio’ la morte di Abu Bakr Al Baghdadi, a frasi inopportune. Nel discorso che ha tenuto davanti alla stampa internazionale il Presidente è

Continua a leggere

Estremisti islamici scatenati nei primi giorni dell’anno. In Francia e Germania tre attacchi con coltello.

Estremisti islamici scatenati in questo inzio d’anno; lo scorso 3 gennaio 2020 il 22enne convertito all’islam Nathan Chiasson, armato di un coltello, ha ucciso un uomo e ferito due donne in un parco del comune di Val-de-Marne al grido di “Allah Akbar”. Poco dopo le 14:00 di venerdì 3 gennaio, la polizia ricevette decine di chiamate che informavano che un uomo

Continua a leggere

CHI ERA QASSEM SOLEIMANI, UCCISO DAGLI USA (da Babilonmagazine.it)

La lunga corsa del 62enne Generale iraniano Haj Qassem Soleimani si è fermata la notte tra giovedì e venerdì nei dintorni dell’aereoporto internazionale di Baghdad. Il Generale iraniano è stato ucciso da un missile sparato da drone americano. Mentre in Israele lo stato di allerta è stato elevato ai massimi livelli, è molto difficile stabilire se quanto accaduto questa

Continua a leggere

In Italia 454 espulsioni per estremismo islamico dal 2015 al 2019. Numeri da record per i divieti di entrata in Svizzera; nel 2019 sono stati 118.

Il mese di dicembre 2019  si chiuso con le ultime due espulsioni dall’Italia per motivi di sicurezza dello Stato; ad essere allontanati sono stati due cittadini stranieri, un cittadino marocchino 24enne, residente a Torino, Mohamed Bendafi, e il 19enne bengalese Jounayed Ahmed ( nella foto sopra), residente a Padova. Le indagini su Mohamed Bendafi compiute dal R.O.S. (Raggruppamento Operativo Speciale) dei Carabinieri di Torino,

Continua a leggere

Truffa alla Brasiliana. 5.000 euro e si diventa Italiani (Panorama 27.12.2019)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

San Paolo, capitale del Brasile, 12 milioni di abitanti. Qui ogni anno decine di migliaia di persone guardano al vicino oceano sognando l’Italia e l’Europa. Per fuggire da fame, disoccupazione, violenza o malasanità. Solo quest’anno sono state oltre 70 mila le richieste per ottenere la nazionalità italiana. E poiché nel nostro Paese vige lo ius sanguinis – cioè diventa cittadino

Continua a leggere

L’ultimo membro della cellula terroristica anglo-portoghese “Leyton Cell”, vive a Londra. Mantenuto dallo stato sociale inglese.

Secondo alcuni media britannici uno dei piu’ pericolosi reclutatori dell’Isis, il 44enne portoghese Cassimo Ture vive a Londra con moglie e figlio nonostante sia stato accusato di terrorismo nel suo paese di origine. Qui è arrivato nel 2005 insieme al fratello Sadjo Ture, anch’egli terrorista islamico che ha fatto avanti indietro con il “Siraq” per almeno due volte prima di venire assasinato. Cassimo Ture acome molti altri

Continua a leggere

Arrestati a Mosca cinque terroristi islamici. Progettavano degli attacchi durante il Natale.

Cinque sospetti terroristi dell’ISIS che stavano preparando degli attacchi nella capitale russa, sono stati arrestati all’interno del centro commerciale “Evropeisky di Mosca. Secondo quanto riferito dalle autorità russe, gli obbiettivi della cellula erano una scuola e una stazione di polizia che sarebbero stati colpiti durante il periodo natalizio. Non è chiaro pero’ se anche il grande centro commerciale di Mosca fosse un loro obiettivo ed

Continua a leggere

SPARATORIA MOSCA, ATTENTATO SERVIZI SEGRETI/ Ecco perché la jihad vuole colpire Putin ( Il Sussidiario.net)

Sparatoria nel cuore di Mosca: è stato preso di mira il palazzo sede dei servizi segreti. Tre le piste possibili, dice l’esperto

  int. Stefano Piazza

Che sia la vecchia Urss o la moderna Russia, una cosa di sicuro non cambia mai, ci ha detto Stefano Piazza, esperto di terrorismo e sicurezza: “Il problema con i

Continua a leggere

Mosca, sparatoria nei pressi della sede dell’ex Kgb: due morti e cinque feriti. Ma chi è stato?

Momenti di paura ieri sera a Mosca (Russia) al termine della conferenza di fine anno del presidente russo Vladimir Putin: Un uomo armato di kalashnikov, ha iniziato a sparare vicino alla sede dei Servizi Federali di Sicurezza (Fsb), in piazza della Lubyanka colpendo tre membri delle forze di sicurezza russe: uno di loro, secondo i Servizi Federali di Sicurezza, è morto mentre i

Continua a leggere

Sventato un attentato ad un mercatino di Natale a Vienna. Il capo della cellula cecena guidava i complici dal carcere grazie ad un telefono cellulare.

Questa notte i servizi segreti e la polizia austrica al termine di una complessa operazione, hanno sventato un attentato ad un mercatino di Natale nella capitale Vienna. Secondo l’agenzia stampa “APA” i tre arrestati sono di origine cecena e il loro leader, un 24enne che abitava nella capitale avrebbero legami con i terroristi dell’Isis. L’uomo nonostante fosse già in carcere per

Continua a leggere

Il Mossad compie 70 anni e li porta benissimo.

Il 13 dicembre 2019 il servizio segreto israeleiano “HaMossad leModi’in uleTafkidim Meyuchadim” meglio conosciuto come Mossad, ha compiuto 70 anni. Venne infatti fondato a Tel Aviv (dove ha sede ancora oggi) il 13 dicembre 1949 come “Istituto centrale di coordinamento” (in ebraico Mossad significa istituto) grazie all’impulso di Reuven Shiloah  (1909- +1959) primo direttore dell’agenzia di intelligence israeliana dal 1949 al 1952. Reuven

Continua a leggere

L’estrema sinistra tenta la spallata in Francia al grido di “Attaccate la Polizia”

Nuovo allarme in Francia, questa volta ad agitare i sonni dei funzionari del Ministero degli Interni e dei servizi segreti , c’è il collettivo di estrema sinistra “NuitsBleues1312” che ha organizzato la “Journée d’actions contre les violences d’État” (Giornata di azione contro la violenza di Stato). Il gruppo dell’estrema sinistra francese nei suo post , incita ad attaccare gli appartenenti alle

Continua a leggere

Venti terroristi islamici arrestati In Danimarca, la cellula preparava un attentato a Copenaghen

La polizia danese ha reso noto di aver arrestato mercoledi 11 dicembre 2019  “circa 20 persone” tutte sospettate di essere coinvolte nella progettazione di un clamoroso attentato terroristico. L’operazione contro il terrorismo islamico è scattata all’alba in tutta la Danimarca, Flemming Drejer, capo operativo del servizio di sicurezza e intelligence della Danimarca, ha affermato che i sospetti “erano guidati

Continua a leggere

Condannato l’imam di Foggia. Era stato arrestato nel 2018 mentre predicava e insegnava ai bambini l’odio.

L’imam e presidente dell’associazione culturale islamica “Al Dawa” (la predicazione) di Foggia, Abdel Rahman Mohy Eldin Mostafa Omer, 60enne egiziano con passaporto italiano che venne rrestato il 27 marzo del 2018 a Foggia con le pesanti accuse di partecipazione all’associazione terroristica denominata I.S.I.S./Daesh e apologia della predetta associazione terroristica, aggravata dall’uso di mezzi informatici” è stato condannato l’8 dicembre 2019

Continua a leggere

L’ombra di Anwar al Awlaki sulla strage di Pensacola

Si chiamava Mohammed Saeed Alshamrani il sottotenente dell’aviazione saudita ospite della Naval Air Station in Florida di Pensacola(Florida) per un programma di addestramento che ieri mattina intorno alle 6.45, ha ucciso tre persone ferendone altre 10 prima di essere ucciso a sua volta, da un agente. Mohammed Saeed Alshamrani ha iniziato a sparare con una pistola automatica (vietata all’interno della

Continua a leggere

Islam scroccone. Cosi’ gli islamisti si fanno mantenere in Europa.

Secondo la SRF e i giornali del gruppo Tamedia, il predicatore libico Abu Ramadan sarebbe nuovamente sotto inchiesta perché accusato di aver incassato tra il 2003 e il 2017, la somma di 590’000 franchi ricevuti come “aiuti sociali” senza aver informato i servizi sociali del fatto che avrebbe ricevuto delle entrate tali da far diminuire il contributo statale versatogli puntualmente.

Continua a leggere

Condannati a sei anni di carcere in Danimarca tre terroristi islamici. Tra i 2013 e il 2017 hanno inviato nel “Siraq” droni cinesi.

Il tribunale di Copenaghen (Danimarca) lunedì scorso, ha ritenuto tre uomini colpevoli (due di loro con passaporto danese) di aver formato una cellula terroristica che aveva come finalità quella di comprare droni (oltre a strumenti, termocamere e altri accessori) per conto dello Stato islamico. Dopo la condanna a sei anni di reclusione i tre verranno espulsi verso il paese di origine mentre è

Continua a leggere

C’era una volta il Natale a Berlino. Mercatini blindati mentre certa politica si batte contro l’islamofobia (LiberaTV)

“In tutta la zona sono state posate barriere in cemento altre un metro e 80 e del peso di circa tre tonnellate, e sono stati piazzati dei dissuasori in acciaio alti un metro e mezzo anche sulle piste ciclabili”

L’ultimo rapporto dei servizi segreti tedeschi mostra come il salafismo (dottrina ultra radicale islamica), continui ad attrarre migliaia di persone in Germania e

Continua a leggere

EMERGENZA TERRORISMO/ “Allarme carceri, sono una fabbrica di jihadisti”

È allarme terrorismo: dopo i combattenti di al Qaeda, stanno uscendo dalle carceri o tornando in Europa quelli dello stato islamico

C’è grande confusione e soprattutto allarme, come non accadeva da tempo, dopo l’episodio di terrorismo di marca jhadista accaduto a Londra. Ne fanno le spese i media, che forse dovrebbero distinguere meglio le notizie in questione rischiando di generare un

Continua a leggere

L’ennesimo attentato jihadista in Gran Bretagna riporta in primo piano l’allarme sicurezza. Intervista a Stefano Piazza (Libero 01.12.2019)

intervista a cura di Mirko Molteni ( Libero) 

L’ennesimo attentato jihadista in Gran Bretagna riporta in primo piano l’allarme sicurezza. Ce lo conferma l’esperto di antiterrorismo Stefano Piazza. «Purtroppo siamo solo all’inizio. Ci sono in tutta Europa ben60.000 soldati di Allah, dei quali la metà nella sola Francia. Siamo di fronte a un problema ben preciso, cioè il fatto che si stanno scarcerando via via

Continua a leggere

Si chiamava Usman Khan il terrorista che ha colpito ieri sul London Bridge di Londra. Era in libertà condizionata…

Ha un volto e un nome l’uomo che venerdì 29 novembre 2019 sul London Bridge di Londra, ha accoltellato alcuni passanti uccidendone due e ferendone gravemente altri tre, prima di essere fermato dai coraggiosi passanti e per poi essere ucciso dagli agenti di polizia. Si chiamava Usman Khan ed era un volto noto agli investigatori; 28enne di origine pakistana era stato arrestato nel 2012 con altre

Continua a leggere

Attacco terroristico sventato ad Amsterdam grazie al lavoro congiunto dell’Intelligence e della polizia olandese.

E’ arrivata ieri mattina la conferma ufficiale della Procura antiterrorismo di Amsterdam sugli arresti di lunedì scorso nella città di Zoetermeer, a est di L’Aia. 

I pubblici ministeri olandesi hanno dichiarato di aver arrestato nella notte tra lunedì e martedì scorso, due uomini con l’accusa “di aver preparato un attacco islamista con giubbotti bomba e una o più

Continua a leggere

A Berlino l’intelligence ha le mani legate. Socialisti e Verdi non vogliono che venga monitorato il web.

Dopo l’ultimo attentato sventato e l’arresto del rifugiato siriano Abdul H. che viveva a Meraner Strasse (quartiere di Tempelhof-Schöneberg) di Berlino, il direttore dell’Ufficio statale per la protezione della Costituzione ( i servizi segreti del Land di Berlino), Michael Fischer ha messo nuovamente in guardia in guardia sull’aumento del numero di coloro che si riconoscono nella dottrina ultrarigorista salafita. Solo

Continua a leggere

Possiamo Espugnare Tripoli in 48 ore (Panorama 20.11.2019)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Abdulhadi Ibrahim Lahweej, responsabile Esteri per il generale Haftar, parla con Panorama. E anticipa le mosse delle forze che si oppongono al debole governo di Al Sarraj nella capitale libica.

«Potremmo entrare a Tripoli in 48 ore, se solo lo volessimo» dichiara il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale libica, Abdullhadi Ibrahim Lahweej, durante una visita

Continua a leggere

Arrestato questa mattina un cittadino siriano a Berlino. Stava preparando un attentato con “la Madre di Satana”.

All’alba di questa mattina le forze speciali della polizia tedesca denominate “ GSG-9” al termine di una fulminea operazione nel distretto di Schoeneberg di Berlino, hanno arrestato un 26enne cittadino siriano con l’accusa “di aver pianificato un attacco in Germania dove l’obbiettivo era uccidere e ferire un altissimo numero di persone per conto dell’Isis ” . L’uomo definito come “fondamentalista”

Continua a leggere

Fermato in Ucraina il jihadista georgiano Al-Bara Shishani.

I servizi segreti ucraini hanno comunicato ieri mattina di aver arrestato il cittadino georgiano Al-Bara Shishani (in alto) nome di battaglia di Cezar Tokhosashvili. Al Bara Shishani era uno stretto collaboratore di Tarkhan Tayumurazovich Batirashvili – Abū ʿOmar al-Shīshānī (1986 + 2016) comandante militare dello Stato Islamico in Siria e in Iraq, ritenuto dagli americani il “Ministro della Guerra” dell’Isis. I

Continua a leggere

Arrestati in Germania tre militanti dell’Isis, preparavano un attentato a Francoforte

La polizia tedesca ha arrestato questa mattina tre persone nella città occidentale di Offenbach (Assia) con l’accusa di aver pianificato un attentato. Gli arrestati sono un 24enne tedesco di origine macedone, e due cittadini turchi di 22 e 21 anni già segnalati in passato come sostenitori dello Stato islamico. Nell’attentato da compiersi nell’area di Francoforte i fermati sono accusati

Continua a leggere

Infiltrati di Francia (Panorama 6 Novembre 2019)

di Stefano Piazza – Luciano Tirinnanzi 

Dopo la bufera politica seguita alla strage nella prefettura di Parigi lo scorso 3 ottobre, il ministro degli Interni francese Christophe Castaner, nel corso di una non facile conferenza stampa ha dichiarato che Mickaël Harpon, l’autore della morte di quattro agenti, era «già stato fermato dai nostri servizi qualche giorno prima». Castaner non ha rivelato altri dettagli.

Continua a leggere

Assalto dell’Isis ad un chekpoint in Tagikistan

Le autorità del Tagikistan hanno confermato che alle 3 del mattino ora locale (le 23 in Svizzera) del 5 Novembre 2019, una cellula dell’Isis composta da 20 miliziani, ha attaccato un “checkpoint” posto al confine con l’Uzbekistan, a circa 60 chilometri a sud ovest di Dushanbe (distretto di Rudaki). Il bilancio dell’attacco secondo il Comitato di sicurezza nazionale (KNB), è di 17 morti tra

Continua a leggere

Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi è il nuovo califfo dell’Isis che da questa notte invita a colpire scuole e asili in Europa.

Lo Stato islamico la notte scorsa, ha confermato attraverso la sua piattaforma mediatica “al-Furqan Media”, la morte di Abu Bakr al-Baghdadi avvenuta a Barisha, piccolo villaggio della provincia di Idlib, nella Siria nord-occidentale la notte del 26 ottobre 2019. Confermato anche il decesso del portavoce dell’Isis Abu al-Hassan al-Muhajir, ucciso da un drone americano nelle stesse ore ma in un luogo imprecisato del nord

Continua a leggere

Morto Abu Bakr al Baghdadi ucciso mentre tentava di fuggire in Turchia. Blitz riuscito o inconfessabile accordo?

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha appena confermato durante l’attesa conferenza stampa, la morte di Abu Bakr al Baghdadi. Il leader del disciolto Stato islamico è stato ucciso nel corso di una complessa operazione iniziata due settimane fa. Donald Trump ha usato toni durissimi, sconfinando anche nell’inutile e pericolosa provocazione; “Al Baghdadi si è fatto saltare in aria e ha ucciso tre

Continua a leggere

Secondo Donald Trump “E’ successo qualcosa di enorme”. Alle 13.00 di oggi la conferma sulla morte del Califfo dell’Isis.

Secondo alcune fonti dell’amministrazione americana quel “ E’ successo qualcosa di enorme“postato su Twitter da Donald Trump, anticiperebbe quanto alle ore 13.00 di oggi verrà comunicato dal Pentagono che riferirà sull’operazione condotta nella Siria nord-occidentale sabato notte. Secondo le indiscrezioni raccolta dalla stampa americana Abu Bakr Al Baghdadi leader dell’Stato islamico, sarebbe stato ucciso nel corso di un raid americano nella zona

Continua a leggere

Migliaia di musulmani in piazza in Bangladesh per protestare dopo la pubblicazione di un post su Facebook. Attaccata la Polizia, quattro i morti.

Tensione alle stelle in Bangladesh dove negli scorsi giorni nella città di Borhanuddin che si trova nel distretto di Bhola Sadar, quattro persone hanno perso la vita durante la rivolta scoppiata dopo che su Facebook è apparso un commento giudicato blasfemo dalla popolazione musulmana ( in Bamgladesh circa il 90% dei 168 milioni di persone sono di religio musulmana. L’autore che è

Continua a leggere

Stato di Polizia o di Disagio ? Panorama 16 Ottobre 2019

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

            Il premier Giuseppe Conte li ignora e non intende riceverli. Mentre il ministero dell’Interno li addita come speculatori e li taccia di comportamento ostile. Per questo, le sigle sindacali Siulp, Sap, Slap e Fsp Polizia – che rappresentano l’80% di tutto il personale in divisa – minacciano manifestazioni di piazza

Continua a leggere

Agente di Scotland Yard sventa attentato nella Saint Paul Cathedral di Londra

Mercoledì 16 Ottobre 2019 davanti ai giudici Londra, è comparsa la 36enne Safiyya Amira Shaikh accusata di aver progettato un devastante attentato nella Cattedrale di San Paolo (Saint Paul Cathedral), una delle due cattedrali della chiesa anglicana di Londra.

Safiyya Amira Shaikh era stata arrestata la settimana scorsa dall’unità antiterrorismo di Scotland Yard nella città di Hayes (periferia di Londra), dopo

Continua a leggere

Il terrore Turco che Spaventa la Germania (Panorama 09.10.2019)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Organizzazioni come Furkan e Ditib, nate nel Paese-cerniera tra Europa e Medioriente, si sono insediate a Berlino, Amburgo, Colonia, Monaco di Baviera. E l’accusa che gli viene rivolta dai servizi d’intelligence è grave: formerebbero potenziali estremisti islamici che, con appoggi capillari, sono pronti a colpire.

Secondo l’ultimo rapporto dei servizi segreti tedeschi, l’estremismo islamico in Germania è in crescita a causa di gruppi di predicazione salafita, la dottrina fondamentalista

Continua a leggere

In Francia nel 2018 25 persone sono state escluse dal concorso per il ruolo di guardia carceraria.

Mentre non si sono ancora spente le polemiche esplose a seguito dell’ennesima débâcle dei servizi segreti francesi, rei di non vigilato sul loro collaboratore Mickael Harpon autore della strage dello scorso 3 ottobre 2019 in Prefettura ( dove ha assassinato 4 colleghi prima di essere ucciso a sua volta), dalla Francia arrivano altre brutte notizie.  Giovedì 10 ottobre 2019, il ministro della Giustizia francese Nicole

Continua a leggere

Svolta nelle indagini sulla strage di Parigi. Intanto spunta anche un post di Tariq Ramadan….

Svolta nelle indagini sulla strage di giovedì scorso a Parigi; Mickaël Harpon informatico del dipartimento di intelligence della prefettura parigina autore della strage, era da tempo in stretto contatto con un imam salafita già noto ai servizi di intelligence per il suo estremismo religioso. I contatti si sarebbero fatti piu’ serrati negli ultimi tempi tanto da poter anche ipotizzare che

Continua a leggere

L’ennesima débâcle dei servizi segreti francesi nella strage in Prefettura

Secondo quanto affermato questo pomeriggio dal procuratore antiterrorismo Jean-François Ricard, Mickael Harpon il funzionario che giovedì mattina ha ucciso a coltellate 3 poliziotti e una funzionaria, “aderiva a una visione radicale dell’islam ed era in contatto con individui del movimento islamico salafita. Ma non solo l’uomo“approvava abusi commessi in nome di questa religione”, e si auspicava di non avere più certi contatti

Continua a leggere

L’impressionante cavalcata della finanza islamica.

La finanza islamica ha iniziato a svilupparsi subito dopo la seconda guerra mondiale in Egitto, paese dove iniziarono a interrogarsi sulla possibilità di poter costruire un sistema finanziario compatibile con le strette regole dell’islam. Cosi’ dopo lunghe analisi nacque nel 1963 per volere dell’economista Ahmad Al-Najjar, la Cassa Rurale di Risparmio “Mit Ghamr” che aveva come clienti privilegiati le

Continua a leggere

George Soros, il miliardario sedotto dai lupi islamici (Panorama 25.09.2019)

di Stefano Piazza – Luciano Tirinnanzi

George Soros, il «grande vecchio» contestato da sovranisti e complottisti, stupisce una volta di più. ll finanziere miliardario, ebreo americano di origini ungheresi noto per le sue scorribande borsistiche (nel 1992 portò un celebre attacco speculativo alla lira che costrinse il governo Amato a intervenire), ha finanziato Alliance Citoyenne, un’associazione collegata alla Fratellanza

Continua a leggere

L’OSTE, IL BUON VINO E LAUBER ( CdT 24.09.2019)

Domani l’Assemblea federale plenaria dovrà decidere se Michael Lauber potrà continuare a restare alla guida della procura generale della Confederazione. Lauber, che venne eletto un po’ a sorpresa per la prima volta nel 2011 e riconfermato nel 2015, ha dimostrato (anche) di essere molto a suo agio con i media, che per questo gli hanno

Continua a leggere

Agli islamisti marocchini non piacciono i jeans, la comunità LGBT e i memoriali per l’Olocausto.

Lo scorso 17 settembre 2019 la stampa marocchina ha riferito delle polemiche scatenate dal predicatore salafita Hassan Kettani e da diversi suoi seguaci tra i quali vi sono anche degli insegnanti, in merito alle classi miste nelle scuole composte da ragazze e ragazzi. Secondo Hassan Kettani e il suo network, le classi miste sono un pericolo per i giovani

Continua a leggere

L’ultima follia canadese: il Premier Justin Trudeau costretto a scusarsi in tv per una foto del 2001

Nella infuocata campagna elettorale canadese è scoppiato il caso del Primo ministro Justin Trudeau, accusato di “comportamento offensivo”. Ma per quale motivo un paladino del “politicamente corretto”come lui  è stato costretto ad andare in televisione con il capo coperto di cenere per scusarsi? Ha aggredito qualcuno? Ha promosso la chiusura di una moschea? Oppure ha detto che l’islam non

Continua a leggere

Venti di Guerra sul Golfo Persico mentre si rifà vivo il Califfo dell’Isis

Mentre il Golfo Persico è ancora sotto shock dopo l’attacco agli impianti petroliferi in Arabia Saudita di Abqayq conosciuto anche come Buqyaq, e il campo di estrazione di greggio di Khurais entrambi gestiti dalla compagnia nazionale di idrocarburi Saudi Aramco, gli Stati Uniti puntano decisi il loro dito accusatorio contro gli ayatollah di Teheran ritenuti non solo

Continua a leggere

RIBELLI HOUTHI ATTACCANO L’ARABIA SAUDITA

da Babilonmagazine.it

Con una clamorosa azione militare i ribelli Houthi dello Yemen hanno attaccato nella notte con dei droni due importantissimi campi petroliferi in Arabia Saudita. I ribelli yemeniti hanno rivendicato gli attacchi nei campi di Buqyak, il centro più importate per il trattamento del petrolio al mondo, e nel campo di Khurais dove si estrae il greggio. A nulla sono servite le

Continua a leggere

Libia la guerra senza vincitori (Panorama 11.09.2019)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Nell’indifferenza dei potenti del mondo, nel Paese nordafricano continua il conflitto. Ma tra i due contendenti Haftar e Al-Serraj, nessuno sembra avere la forza di prevalere. E in questo logoramento la nazione è vicina al collasso.

Cinquant’anni dopo la presa del potere di Gheddafi, la Libia è sempre più avvitata in una guerra civile permanente, in queste ore concentrata intorno all’aeroporto di Mitiga e a Murzuq, in pieno deserto, dove

Continua a leggere

L’arresto di Omaima A. ex moglie di Abu Thala Al Almani

Nuova operazione antiterrorismo in Germania nei Länder dello Schleswig-Holstein, Amburgo e Meclemburgo-Pomerania Anteriore. Mercoledi 11 settenbre 2019 sono stati perquisiti 16 appartamenti nell’ambito di un’inchiesta che coivolge 11 persone tutte accusate di “aver costituito una organizzazione criminale impegnata nel trasferire denaro alle milizie dello Stato islamico” che come è noto da qualche mese, si stanno rapidamente riorganizzando nel “Siraq”. I

Continua a leggere

Ahmad Shah Massoud e l’11 settembre (Babilonmagazine.it)

La mattina del 9 settembre del 2001 due uomini, che si presentano come Karim Touzani e Kacem Bakkali, giornalisti della televisione “Arabic News International”, arrivano nel villaggio di Khvājeh Bahāʾ od-Dīn, nel nord dell’Afghanistan. Dicono di avere un appuntamento con Ahmad Shāh Massoūd, il comandante tagiko e leader “dell’Alleanza del Nord” che si oppone ai talebani, conosciuto anche come

Continua a leggere

Operazione “Zis”. In Italia dieci arresti per finanziamento al terrorismo islamico

Questa mattina dalle prime ore dell’alba i carabinieri del R.O.S e il GICO della Guardia di Finanza che operano tra l’Abruzzo e le Marche, hanno condotto una serie di arresti e perquisizioni nell’ambito di una delicatissima operazione antiterrorismo denominata “ZIR”, ordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia ed Antiterrorismo di L’Aquila. Oltre ai ROS e al GICO nell’operazione, sono stati impegnati i Comandi

Continua a leggere

Chi è Lorenzo Fioramonti, grillino nuovo Ministro dell’Istruzione e sostenitore del boicottaggio contro Israele

da informazionecorretta.com

Le posizioni di Lorenzo Fioramonti su BDS, di cui il nuovo ministro è un sostenitore, non stupiscono data la sua appartenenza al Movimento 5 stelle. L’ebraismo italiano in passato è già intervenuto per chiedere chiarimenti a Fioramonti. Oggi, vista anche la nomina di Fioramonti a Ministro dell’Istruzione e dell’Università, non possiamo più accontentarci di scuse tardive. Inaccettabili.

Continua a leggere

Arrestato il “Cassiere dell’Isis”, se parlasse potrebbe rivelare dove sono i soldi del Califfo.

Secondo l’ufficio stampa dell https://sdf-press.com/en/, nelle scorse ore è stato arrestato un altro membro della catena di comando del disciolto Stato islamico. Si tratta di Ahmed Mohammad Ahmed,conosciuto con l’alias di Abu Ref’a. L’uomo si è occupato a lungo della parte finanziaria dell’ISIS e nel tempo avrebbe ricoperto altre posizioni di livello nella gerarchia del gruppo terroristico. Per le sue attività è considerato un prigioniero di altissimo interesse visto che potrebbe

Continua a leggere

Anwar Mohammad Haddouchi il “Carnefice di Raqqa” è stato arrestato in Siria. Deve rispondere di 110 decapitazioni.

https://twitter.com/mustefabali

Dopo una lunga caccia all’uomo il jihadista belga Anwar Mohammad Haddouchi, è stato catturato qualche giorno fa dalle forze democratiche siriane (SDF)  nella campagne di Deir al-Zour a circa 100 chilometri dal confine iracheno. Con lui pare ci fosse anche una donna che potrebbe essere Julie Maes moglie 32enne della quale la famiglia non ha notizie da piu’ di tre

Continua a leggere

Il candidati dei Fratelli musulmani parla oggi a Milano. Insorge la Lega.

Gianmarco Senna;Siamo chiari e diretti, questo Imam candidato dei Fratelli Musulmani per la presidenza in Tunisia, non è il benvenuto a Milano”

Si terranno il prossimo 15 settembre 2019 in Tunisia, le elezioniche dovranno eleggere anche il successore alla presidenza della Repubblica di Mohamed Beji Caid Essebsi deceduto lo scorso 25 luglio 2019 al’età di 92 anni.

Continua a leggere

E l’Italia vuole entrare nel caveau della Svizzera – Panorama 28.08.2019

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Ci volevano i soldi frutto di evasione fiscale perché Italia e Francia si ritrovassero per una volta unite contro un «nemico» comune. Che, in questo caso, si chiama sistema bancario svizzero. Nonostante dal 2018 sia in vigore lo scambio automatico d’informazioni fiscali tra l’Unione europea e la Confederazione elvetica, infatti, quest’ultima

Continua a leggere

Dalla malattia mentale alla Siria. Storia di “Jihadi Jack”

Il 24enne cittadino britannico- canadese Jack Abraham Letts meglio noto con il nome di “Jihadi Jack” è stato privato negli scorsi giorni, della nazionalità britannica. Letts che si trova in un carcere del nord della Siria, era stato catturato dalle forze curde dell’YPG mentre tentava di scappare verso la Turchia nel maggio 2017. La revoca della nazionalità di Jack

Continua a leggere

In Francia si suicida il 47esimo agente di Polizia nel 2019. Sono 1027 i suicidi tra le forze dell’Ordine dal 1997.

Si chiamava Sandra Ferreira la 27enne ex campionessa di boxe francese e agente di polizia che si è tolta la vita con l’arma di servizio nella notte da mercoledì a giovedì scorso nel parcheggio della sua residenza di Drancy (Senna-Saint-Denis). Aveva iniziato la sua carriera nel 2013 come Adjointe de sécurité (ADS) poi vinto il concorso in Polizia, era stata

Continua a leggere

Nelle carceri francesi ci sono 30mila detenuti radicalizzati, il 60% di loro uscirà entro il 2020 – Panorama 22.08.2019

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

La situazione nelle carceri francesi è semplicemente disperata. Le prigioni sono iperpopolate e i de« tenuti sono ammassati uno sopra l’altro. La radicalizzazione impera e anche le condizioni igienicosanitarie sono spaventose, ecco il quadro della situazione». Non usa giri di parole Alexander Del Valle, politologo francese e profondo conoscitore delle problematiche legate al terrorismo islamico Oltralpe,

Continua a leggere

Il Governo malese potrebbe espellere il predicatore estremista indiano Zakir Naik 

Dopo aver tollerato a lungo i predicatori islamici estremisti a Kuala Lumpur si cambia registro. Pugno di ferro contro i seminatori di odio religioso.  

Colpo di scena in Malesia nella vicenda del predicatore estremista indiano Zakir Naik alias Zakir Abdul Karim Naik, fermato e poi rilasciato il 29 luglio scorso a Kuala Lumpur su richiesta delle autorità indiane. Secondo l’agenzia investigativa indiana per i crimini

Continua a leggere

Altro che 30mila Terroristi (Panorama 14.08.2019)

di Stefano Piazza- Luciano Tirinnanzi

Un recentissimo rapporto dell’Onu indica in questa cifra l’esercito dei foreign fighters nel mondo. Ma la stima non tiene conto di fiancheggiatori e seconde linee, altrettanto pericolose, dall’Europa all’Asia. Consistenza e geografia del jihadismo vanno quindi riviste.

Trentamila foreign fighters. L’equivalente di un’intera divisione, poco meno di un corpo d’armata. È questa la cifra che le Nazioni Unite, nell’ultima relazione divulgata dal Consiglio di

Continua a leggere

Per i giudici di Bruxelles Salah Abdeslam è responsabile anche delle stragi di Bruxelles del 2016.

Il jihadista francese (naturalizzato belga ma di origine marocchina) Salah Abdeslam, unico sopravvissuto agli attacchi di Parigi del novembre 2015, è stato formalmente accusato dalla procura federale belga “di aver partecipato alle attività del gruppo terroristico” in merito agli attentati suicidi all’aeroporto di Bruxelles e in una stazione della metropolitana della città il 22 marzo 2016, due stragi

Continua a leggere

La crisi politica non ferma il lavoro delle forze dell’ordine italiane. Espulso il 55esimo estremista islamico del 2019.

Nonostante l’italia sia di nuovo alle prese con l’ennesima crisi politico-istituzionale, non si fermano le attività dell’intelligence a protezione dello Stato. Qualche giorno fa il Ministro degli Interni Matteo Salvini, ha firmato il decreto di espulsione per il 43enne cittadino kosovaro Muhamed Mekaca residente nei dintorni di Siena.  La città toscana e la sua provincia, sono da tempo diventati luogo privilegiato per gli

Continua a leggere

Leader dell’ISIS Al Baghdadi nomina suo erede (da Babilon magazine.it)

Mentre da al Qaeda si attende ancora una conferma dell’avvenuta morte di Hamza Bin Laden, figlio di Osama Bin Laden, sul fronte dell’Isis è arrivata una clamorosa notizia. Abu Bakr al Baghdadi leader dello Stato islamico, attraverso l’agenzia stampa “ Amaq” ha comunicato che Il califfo e combattente Abu Bakr al Baghdadi ha nominato il combattente Abdullah Qardash ad occuparsi dei musulmani

Continua a leggere

‘Ndrangheta in Svizzera ( da Panorama 7 Agosto 2019)

di Stefano Piazza e Luciano Tirinnanzi

Svizzera, terminale della ‘Ndrangheta. Sembra un romanzo di Stieg Larsson, invece è il quadro che la DIA – Direzione Investigativa Antimafia – fa nella sua relazione semestrale sulle mafie italiane in Europa. Operazioni finanziarie sospette, riciclaggio di capitali illeciti, nuove affiliazioni sono tra le novità più rilevanti dell’evoluzione affaristica della criminalità

Continua a leggere

Il Jihadista svizzero era collegato ai terroristi autori delle stragi di Parigi del 2015

A destra Mourad Fares a sinistra Abu Suleiman al-Swissri

Si torna a parlare del jihadista svizzero Abu Suleiman al-Swissri-Abdullah Funsu al-Swissri conosciuto anche come Abu Ilias al-Swissri alias di Damien D. (cognome noto alle redazione) recentemente arrestato dalle forze democratiche siriane nei dintorni di Baghouz (Siria) dove nel marzo scorso si è consumata la battaglia finale che ha eliminato almeno a livello territoriale, quel

Continua a leggere

Chi ha ucciso Hamza bin Laden (se è morto davvero)? ‘L’eterna promessa’ di Al Qaeda era destinato alla corona

da LiberaTv 

Secondo la NBC e il New York Times che hanno raccolto le confidenze di almeno tre funzionari della CIA, il 30enne Hamza Mohamed Awad bin Laden figlio di Osama bin Laden sarebbe stato ucciso recentemente. Al momento non sono stati rivelati ulteriori dettagli di questa operazione ma le domande sono molte: Chi lo ha ucciso? Gli USA in concorso con altri?

Continua a leggere