La ” fake news” della cattura del nuovo califfo. Centcom smentisce e conferma la cattura di un miliziano di medio livello.

Negli scorsi giorni su alcuni media siriani ed europei sono apparsi una serie di articoli nei quali si riferiva della cattura del successore di Abu Bakr al Baghdadi (morto nell’ottobre 2019). La notizia che è subito rimbalzata sui social network siriani e arabi, descriveva le circostanze che avevano portato alla cattura di Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi alias Abu Abdullah Al Qardash anche conosciuto come Hajji Abdullah al-Afari o Abdal-Rahman-al Mawla, noto come “il distruttore” per l’immane ferocia mostrata contro gli yazidi.  Al Qardash , ex militare nell’esercito di Saddam Hussein è un iracheno di origine  turkmena originario di Tell Afar, città a ovest di Mosul. Di lui si hanno poche e frammentarie notizie e sussistono molti dubbi sulla sua reale capacità di comando del gruppo rimasto orfano del califffo Abu Bakr al Baghdadi, suicidatosi per sfuggire alle forze speciali USA il 27 ottobre 2019 in un tunnel a Barisha, villaggio situato nel nord-ovest della Siria, nei pressi di Idlib e che si trova a soli cinque chilometri dal confine con la Turchia dove pare fosse diretto. La notizia nella quale si sosteneva che “Abu Abdullah Al Qardash  è stato catturato due giorni fa nel corso di una vasta operazione a cui hanno partecipato elicotteri della Coalizione anti-Isis a guida Usa, combattenti curdo-siriani e membri dell’intelligence irachena”, è pero’ infondata. Cio’ che è vero invece è che nel corso dell’operazione “Black Desert” nella quale vengono condotti rastrellamenti nel Governatorato di al-Anbar (Iraq), e al confine con il Governatorato di Deir al-Zor (Siria), due zone nelle quali l’Isis puo’ contare ancora sul muro di omertà della popolazione civile oltre alla manifesta ostilità nei confronti dei militari americani e curdi, è stato catturato “un funzionario finanziario dell’organizzazione terroristica ISIS nella regione di Raqqa identificato come Ahmad Muhammad Ali. Per tornare alla notizia della preunta cattura del nuovo califfo sui canali jihadisti di Telegram, Riot e i social network ad essere collegati, non era apparso nulla sulla presunta cattura di Abu Ibrahim al-Hashimi al-Quraishi. In ogni caso bastava scrivere una email al comando americano centcom.global.cjtf-oir.mbx.cjtf-oir-media-ops@mail.mil, per essere sicuri ed evitare di pubblicare una bufala.

http://www.askanews.it/esteri/2020/05/08/siria-ong-successore-al-baghdadi-catturato-in-operazione-usa-pn_20200508_00224/

https://www.ilgiornale.it/news/mondo/siria-catturato-nuovo-leader-dellisis-1861616.html

https://www.tio.ch/dal-mondo/cronaca/1436540/siria-isis-qaradash-abdallah-operazione-cattura 

@riproduzione riservata 

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer